Adult Stories Forum

Go Back   Adult Stories Forum Historias de sexo italiano Anal

Reply
 
LinkBack Thread Tools Search this Thread Display Modes
DurumOffline
No Avatar
Uyarý:
Profil detaylarýný görmek için üye giriþi yapmalýsýnýz

Üyeliðiniz bulunmuyorsa Kayýt ol linkine týklayarak kayýt olabilirsiniz.

G.bang - Nella vecchia fattoria, Ahia Ahia OH!

 
Post #1


G.bang - Nella vecchia fattoria, Ahia Ahia OH!Prendiamo in esame qualche tipo di invito che non dovreste mai accettare se siete una trans, fate la escort, tendete a fidarvi troppo e non cercate rogne.L?episodio occorsomi, che vi racconterò, è il classico esempio di ciò che andrebbe accuratamente evitato, qualora voi foste sagge e previdenti, cosa che io (quantomeno dopo un paio di bicchieri) non sono mai.Ma cominciamo dal principio?E? un venerdì sera? anzi, dovrei dire un sabato mattina, visto che oramai sono quasi le tre del mattino. La nottata langue. Sono in discoteca, mi ha portata un amico, che è anche un mio affezionato cliente. Probabilmente si aspetta che, dopo avermi coccolato per tutta la serata, pagando di tasca sua ingresso e consumazioni, gli tocchi di diritto qualche sorta di ringraziamento ?in natura? da parte mia. Non lo fa per risparmiare (sta sicuramente spendendo molto di più così), ma per solleticare la sua vanità di maschio: ottenere sesso in virtù delle proprie qualità di conquistatore, non per via degli euro sganciati come semplice cliente. Ok? lo accontenterò. In fondo ci vuole così poco per far contente le persone, no?Ciò non toglie che la serata si stia sviluppando in maniera banalotta anziché no. Cerco di sopperire alla noia dandoci dentro coi drinks? tanto paga lui, giusto??Comincio ad essere ?cotta?, contrariamente a tutti i buoni propositi, sto già pensando ad una qualche scusa per scaricarlo e tornarmene a dormire beata a casa mia, quando mi lancia una strana proposta:?Ti andrebbe di partecipare ad una gangbang con dei miei amici???Beh? si potrebbe organizzare, perché no?? Rispondo, lottando per scandire bene le parole per via dell?alto livello alcolico che tende a farmi incespicare sulle consonanti.?Pagherebbero la loro parte?non ti preoccupare.?La LORO parte? Immagino che andrebbe interpretata come ?Io, ovviamente, in qualità di tuo amico e amante, sarei esentato dal pagare la mia???Ma? per fare cosa, esattamente?? Sto biasciando le parole e, sinceramente, rispondo tanto per non essere scortese, non è che sia tanto interessata alla cosa.?Vorrebbero realizzare una gang con una come te? niente di che? sesso, un po? di sottomissione? qualche ripresa???Ripresa? Ma non ci penso nemmeno a farmi riprendere! Lo sai che non mi piace.??Si, ma non si tratterebbe di riprese nelle quali tu saresti riconoscibile? e nemmeno loro? sono tutti sposati e sarebbe l?ultima cosa che vorrebbero, credimi.??Mm? e come dovrebbe svolgersi, la cosa???Uno di loro ha una proprietà? una vecchia fattoria in disuso, a pochi km da Roma. La cosa si svolgerebbe lì e ci sarebbero riprese e foto, si, ma coi volti mascherati? e comunque parliamo di un paio d?ore al massimo, in tutto? Sarebbero in tre, oltre me? duecento euro a testa, se a te sta bene.?Sono ciucca, si, ma tre per duecento so ancora calcolare quanto fa: seicento euro? non male.???Vabbè, ne possiamo parlare ma? quando si tratterebbe di farlo???Subito. Sempre che a te stia bene.??Come subito? Stanotte????Beh, si? avevo detto loro che stasera uscivo con te e che ti avrei fatto la proposta? se per te è ok li chiamo e, tempo che arriviamo lì, è tutto pronto??Hai capito l?infame!? Mi ha portata a ballare solo per farmi ubriacare e poi farmi la proposta laida!! Ma io mica ci casco! Ma chi li conosce questi cosiddetti? ?amici?? E poi dove cavolo si svolgerebbe questo? incontro? Ma? scherziamo?? I seicento euro non preventivati e il suo cazzo duro a premere contro di me mentre balliamo, però, unitamente a tutto l?alcol che ho ingurgitato, fanno miracoli, per cui, mi trovo a dire:?Ok, chiamali e dì loro che ci aspettino??***Sono troppo ubriaca per rendermi conto di quale direzione possiamo aver preso nel lasciare la città, né di quanto tempo possa essere trascorso. So solo che abbiamo abbandonato la strada asfaltata da un paio di chilometri e che stiamo percorrendo una strada sterrata? attraversiamo un ponticello, ci infiliamo sotto gli alti alberi che fiancheggiano la via e ci fermiamo davanti ad una costruzione rurale, nel mezzo del nulla. Ci sono già altre due auto, parcheggiate lì.Prima di scendere, il mio amico insiste nel farmi bere ancora un goccio da una fiaschetta che ha con sé. Non dovrei, lo so, ma non riesco a rifiutarmi.L?aria della notte è fresca, nonostante siamo già a maggio, rabbrividisco mentre percorro i pochi metri che ci separano dall?ingresso del caseggiato a due piani di cui si intuisce la sagoma illuminata dal chiaro di luna. Entriamo.L?interno è un vero casino: macerie e rifiuti di ogni tipo ostacolano il nostro cammino. Ci orientiamo con le luci dei telefonini. ?Ci aspettano al piano di sopra. Dobbiamo salire.?Non commento, ma inizio a pensare che il venire qui non sia stata una buona idea.Ci facciamo strada tra cumuli di immondizia e saliamo una ripida scala in muratura. Anche il piano superiore ha l?aria di essere stato abbandonato da decenni; una luce filtra nel corridoio da una stanza con la porta socchiusa.L?interno della stanza è stato grosso modo ripulito. Contro una parete, in terra, c?è un materasso a due piazze. E? stazzonato da macchie sulla natura delle quali non voglio indagare ed ha l?aria di essere stato posto lì per l?occasione. Un paio di riflettori a luci alogene e una videocamera montata su di un cavalletto sono puntati su di esso (incongruamente mi chiedo a quale rete elettrica possano essere collegati, visto lo stato di abbandono generale). Il tutto ha l?aria del set di un film snuff. Rabbrividisco ancora, stavolta di paura.Ci sono tre tizi, che ci aspettano. In pantaloni ma a torso nudo, volti coperti da maschere di a****li diversi: maiale, asino, gatto. Sono inquietanti, inizio ad avere paura fisica. Vorrei tirarmi indietro, ma è troppo tardi, lo so. Decido di assecondarli senza creare problemi. Magari me la caverò con un po? di spavento e niente di più.Il mio cliente è stato invitato a mettere una maschera. A lui è toccata quella di un toro, con tanto di corna. A me ne viene lanciata una da cane, invece. Mi affretto ad indossarla, senza far storie. Quantomeno mi aiuterà a preservare l?anonimato.Mi ordinano di spogliarmi, cosa che faccio senza obiettare. Mi impongono di lasciare soltanto autoreggenti e scarpe. Parlano poco, rivolgendomi giusto qualche ordine secco. L?inespressività delle loro maschere aggiunge una sorta di malata inquietudine alla scena. Ohccazzoo? in che razza di situazione mi sono andata a cacciare?Sono spaventata, ma non voglio darlo a vedere. Ho la convinzione che, fintanto che riuscirò a mantenere un certo distacco, le cose si manterranno su un binario di rapporto clienti-escort, ma che, se appena dovessi deragliare da tale binario, la situazione potrebbe precipitare.Iniziano a riprendere la scena? Immagino che la mia paura risulti evidente ma non posso farci nulla, nonostante mi stia sforzando di assumere un atteggiamento indifferente.Mi viene imposto un collare, collegato ad una lunga catena, e una sorta di buttplug con tanto di coda di pelo attaccata. Mi comporto da vera cagnetta sottomessa, impaurita e incapace di reagire. Mi sento completamente soggiogata.Mi gira la testa e maledico me stessa per aver accettato di farmi coinvolgere in una situazione del genere. Spero solo che non si vada troppo oltre? Ohmmadonninamia? giuro che se ne esco viva non mi caccerò più in situazioni del genere? giuro!!!Il primo a farsi succhiare il cazzo è Testa di Maiale, un vero stronzo. Mi forza la testa spingendomi il cazzo in gola senza alcun riguardo e quando cede il posto ai suoi compari si premura di continuare a farlo, con studiata cattiveria.Seguono nell?ordine: Testa di gatto (che però mi sfila il cazzo di bocca dopo pochissimo tempo, per evitare di sborrare subito, credo), Testa di Asino (che ha il cazzo più grosso di tutti, come la sua maschera suggerisce, ma piuttosto moscio), e infine il mio amico Testa di Toro (nel suo comportamento mi pare di cogliere una nota di imbarazzo, forse per avermi portata qui).Mi fanno mettere a quattro zampe sul materasso e, nello stesso ordine, cominciano a farmi il culo. Non è la violenza con cui mi penetrano a far più male, né i violenti schiaffoni che mi mollano sul culo montandomi, quanto il modo, in cui lo fanno. Mi trattano come un oggetto senz?anima, un semplice bersaglio sul quale accanirsi.Stanno abusando di me da una discreta quantità di tempo, si danno il turno a sodomizzarmi, a farsi succhiare cazzo e palle, a farsi leccare oscenamente il buco del culo. Emettono versi perfettamente compatibili con i caratteri delle maschere che indossano: grugniti, ragli, miagolii, muggiti? la cosa peggiore è che non mi rivolgono una singola parola che esuli da quanto previsto dal proprio personaggio. Ho costantemente un cazzo su per il culo e uno in gola, mentre con le mani faccio del mio meglio per segare gli altri due. E la videocamera che continua a registrare?Vengo abusata, percossa, umiliata e stuprata per ore, ricevo sborra ovunque e senza riguardo alcuno. Il peggiore dei quattro è quello che indossa la maschera da porco. E? obeso, il suo stomaco si protende, enorme, ne sento il peso sul fondo schiena mentre mi scopa alla pecorina; il suo cazzo, seppure non lungo, è largo come il mio polso e duro come la pietra, sembra provare particolare piacere nel percuotermi le natiche con il palmo della mano aperta, a tutta forza, mentre mi sodomizza.Ogniqualvolta mi attardo ad obbedire ai vari comandi vengo sistematicamente colpita con calci tra le gambe, pugni sul collo e schiaffoni in viso. Non sono colpi fortissimi, ma raggiungono perfettamente il loro scopo: intimidirmi. Per tutto il tempo, l?unico pensiero che ho in mente è quello di assecondarli, di non opporre resistenza alcuna, di fare quello che chiedono io faccia il più velocemente che posso, sperando solo che finisca tutto al più presto possibile, abbandonando ogni residuo briciolo di dignità.Hanno sborrato tutti, su di me o dentro di me. Inizio a rilassarmi, ragionevolmente certa che, una volta calmata la foia che li ha governati finora, dovrebbero giungere a più miti consigli, lasciandomi finalmente andare. Purtroppo non è così.?Portiamola nella porcilaia per il gran finale? è il posto in cui merita di finire!? Suggerisce qualcuno.In cui merito di finire cosa? Questa serata? La mia molto poco onorevole sottomissione? La? vita?? Ohmmamma sto facendomela sotto!!!Sono trascinata a forza giù per le scale, poi fuori e verso un fabbricato più basso, gettata, attraverso un arrugginito cancelletto in ferro, in quello che sembra una antico ostello per maiali?Vengo derisa, insultata, spintonata, faccio appello a tutto il mio residuo amor proprio per poter sopravvivere ad una tale umiliazione, infine cado carponi nel fango, da cui non oso più muovermi.?Godi, troia??Con queste simpatiche ed originalissime parole, Testa di Maiale inizia a svuotarsi la vescica su di me, Sento il calore di quel getto, mentre mi scorre in rivoli sulla pelle. Tempo trenta secondi e tutti lo imitano, vengo inondata da litri di pioggia dorata, sono talmente spaventata che poggio la fronte in terra e me ne sto buona, sottomettendomi.Mi colgono lì fino le prima luci dell?alba. Il tizio che mi ha portata al ?macello? mi aiuta a rivestirmi, mi consegna i seicento euro e mi riaccompagna a casa.Non ho voluto più rivederlo. Mai più.
09-11-2021, at 08:32 PM
Alýntý
Reply

Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes



Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2022, vBulletin Solutions Inc.
pendik escort gaziantep escort bayan gaziantep escort seks hikayeleri izmir escort escort izmir gaziantep escort poker oyna poker oyna poker oyna poker oyna poker oyna izmir escort malatya escort bayan kayseri escort bayan eryaman escort bayan pendik escort bayan tuzla escort bayan kartal escort bayan kurtköy escort bayan ankara escort kayseri escort izmir escort seks filmi izle